“Crash Team Racing Nitro – Fueled”: le prime corse non si scordano mai

crash team racing - esterno

Il simpatico marsupiale Crash Bandicoot è una delle mascotte più conosciute di casa Sony fin dal suo esordio sulla prima PlayStation nel 1996.

Coloratissimo, spaccone e mangia mele (anzi, frutti wumpa) è uno dei giochi platform più iconici di sempre assieme al “rivale” Super Mario.

Non per niente la trilogia originale, culminata con “Crash Bandicoot 3: Warped”, è stata poi rimasterizzata prendendo il nome di “Crash Bandicoot: N. Sane Trilogy” (2018) e sbarcando anche su Nintendo Switch, Xbox One e Steam.

Come per il noto idraulico (anche se recentemente Nintendo lo ha identificato come un carpentiere) anche la saga di Crash ha visto il protagonista passare per capitoli non proprio all’altezza, come “Crash of the Titans” (2007), ed altre riproposizioni come i divertentissimi “Crash Bash” (2000) e, naturalmente, “Crash Team Racing” (1999).

crash team racing - interno

Da “Crash Bandicoot” a “Crash Team Racing”

In tutte le sue avventure il buon Crash ha dovuto fronteggiare la minaccia del malvagio Dr. Neo Cortex e dei suoi scagnozzi come Nitrus Brio e tanti altri ancora.

Basti pensare al feroce Tiny Tiger, al possente Papu Papu, al folle Ripper Roo, all’instabile Dr. N. Gin oppure alla terribile maschera Uka Uka giusto per citarne alcuni. Tutti sconfitti sonoramente da Crash aiutato dalla sorella Coco e dalla saggia maschera Aku Aku.

Ora che vi siete rinfrescati la memoria prendete tutti i primi personaggi della saga e metteteli su dei folli kart in “Crash Team Racing” per la corsa più pazza di sempre. Una gara all’ultimo sorpasso e potenziamento con la quale colpire gli avversari, il metodo più garantito per passare una serata divertente e “rovinare” qualche amicizia contemporaneamente.

Un po’ come “Mario Party” e “Mario Kart”! Naturalmente, vista la trilogia originale rimasterizzata ed il “ritorno” degli anni Ottanta, poteva mancare un rimodernamento?

“Crash Team Racing Nitro – Fueled”: un gradito ritorno in pista

Fabbriche orwelliane, lande ghiacciate, fitte giungle con nuove piste e personaggi che si sommano perfettamente alle vecchie glorie, questa è l’operazione gestita da Activision (“Call of Duty” tra i vari) per riportare il buon Crash in pista con i suoi folli alleati ed avversari.

In “Crash Team Racing Nitro – Fueled” vedremo dunque il ritorno di una nostra vecchia conoscenza, il pilota alieno Nitros Oxide di “CTR”, che vuole la sua rivincita.

L’extraterrestre dà infatti un ultimatum alla Terra come vogliono i migliori racconti di fantascienza. Se vince lui il pianeta diventerà un grande parcheggio e tutti gli abitanti diventeranno schiavi mentre, se perde, allora se ne andrà.

Naturalmente Crash e soci non si tirano indietro e balzano subito a bordo dei loro kart! Il gioco, disponibile dal 21 giugno su PlayStation 4, Xbox One e Nintendo Switch, riprende a piene mani la grafica dalla remastered della trilogia dando anche la possibilità di personalizzare il proprio kart, design retro incluso.

Inoltre è stata inserita una modalità multiplayer, anche in locale con quattro giocatori, ed una avventura che permetterà di sbloccare kart, skin e ricompense varie. Inoltre, a seconda del personaggio che sceglieremo, anche la resa su strada sarà diversa.

Uniche note stonate in questa sinfonia di motori ruggenti sono i 30 fps ed i tempi di caricamento, ma tutto sommato c’è poco di cui lamentarsi.

Crash™ Team Racing Nitro-Fueled - PlayStation 4
  • Crash è tornato dietro al volante! Spingi...
  • Riscalda i motori con modalità, personaggi,...
  • Conquista la gloria con kart e piste non presenti...
  • Gareggia con i tuoi amici e scala le classifiche...