“Final Fantasy”: il remaster dei capitoli X e X – 2

final fantasy x - esterno

Era la fine degli anni Ottanta in Giappone ed anche per la neonata software house Square ed il giovane programmatore Hironobu Sakaguchi sembrava che stesse già per calare il sipario. L’azienda nipponica non navigava affatto in buone acque e la bancarotta era ormai vicina.

L’ultima speranza era quella di creare un gioco totalmente innovativo per i canoni dell’epoca, niente più platform a scorrimento oppure titoli d’azione, ma bensì un gioco di ruolo. Anzi, da quello che ne risultò nacque il JRPG, ovvero il Japan Role Play Game. Si decise quindi di puntare tutte le proprie energie e risorse per creare il titolo di speranza, “l’ultima fantasia”, e risollevare così le sorti di Square.

Era il 1987 e sul mitico NES comparve dunque “Final Fantasy”, il videogioco di ruolo a turni per eccellenza basato sul classicissimo “Dungeons & Dragons” e su “Il Signore degli Anelli” di Tolkien. Il titolo risollevò le sorti della Square e portò nell’olimpo dei videogiochi i nomi dell’ideatore Hironobu Sakaguchi e del compositore Nobuo Uematsu.

Il resto, come si suol dire, è storia con capitoli sempre più emozionanti che sono entrati nel cuore dei giocatori come il terzo per SNES, il settimo con le sue atmosfere futuristiche e tecnologiche ed il nono con personaggi come il ladro Gidan, la principessa Garnet ed il maghetto Vivi sulla prima PlayStation.

final fantasy x - interno

Arriva il decimo capitolo di “Final Fantasy”

Gli anni passano al pari delle console e, per l’allora nuova PlayStation 2, nel 2001 nasce il pluripremiato “Final Fantasy X” al quale seguirà “Final Fantasy X – 2” nel 2003.

Qui l’emozione, il romanticismo, la poesia, l’ambientazione ed il gameplay toccano delle vette fino ad allora inarrivabili grazie al carisma dei protagonisti principali come il giovane Tidus e la bella incantatrice Yuna.

Seguiti a ruota da altri personaggi come l’energico Wakka, il misterioso Auron, la maga nera Lulu, il bestiale Kimahri e la simpatica Rikku, Tidus e Yuna sono praticamente diventati una delle coppie simbolo all’interno dell’universo di “Final Fantasy” e dei videogiochi in generale.

Dopo l’attacco della mastodontica entità di Sin alla città di Zanarkand, il nostro manipolo di eroi si trova teletrasportato nel misterioso mondo di Spira. Tra enigmi, nemici ancestrali e partite di Blitzball si dipana dunque l’avventura del giocatore per riportare a casa i personaggi e salvare l’umanità da Sin.

La remaster di “Final Fantasy X” e “Final Fantasy X – 2”

Aprile è stato davvero un mese pieno di novità per quanto riguarda il mondo videoludico, in primis PlayStation 4, ma la notizia che ha fatto saltare di gioia tutti gli appassionati di JRPG è stato l’annuncio di un remaster dei capitoli X e X – 2 a metà del mese.

I due titoli sono stati infatti infarciti di ore di contenuti aggiuntivi e migliorie tecniche e grafiche. Come se non bastasse, entrambi i “Final Fantasy” sono disponibili sia per PlayStation 4, per Xbox One che per Nintendo Switch.

La console portatile e fissa di Nintendo, oltre al divertente “Cuphead”, si arricchisce dunque di un “titolone” firmato Square. Azienda che, assieme alla Disney, creò quella meravigliosa saga che è “Kingdom Hearts”.

Final Fantasy X/X-2 HD Remaster (Playstation 4) [Edizione: Regno Unito]
  • Sequel to popular RPG title
  • Non-linear story
  • New combat and character development systems
  • Beautifully designed graphics
  • For 1 player

Final Fantasy X/X2 HD Remaster – Nintendo Switch
  • Genere del gioco: gioco di ruolo
  • Grafica aggiornata e ricostruita per essere...
  • Musiche: i giocatori potranno scegliere tra quelle...
  • Final Fantasy X racconta la storia di Tidus che...
  • Final Fantasy X-2 vi riporta a Spira due anni dopo...