Centralina per irrigazione Wi – Fi: qualche piccolo consiglio per gli acquisti

irrigazione wifi - esterno

Curare il proprio giardino è una delle attività più rilassanti che si possano fare durante il fine settimana, da soli o in compagnia, ed è anche l’ideale per staccare un po’ la testa dai vari impegni, dallo studio, dal lavoro e dalle magagne della moderna vita quotidiana. Certo, si tratta comunque di un’attività che richiede la sua giusta dose di tempo e di sforzi per essere svolta al meglio e non sempre il risultato è garantito.

Le variabili che intervengono sono parecchie, dagli insetti infestanti, alla pioggia fino alla più “classica” voglia di non innaffiare il prato. Tenerlo curato è una bella impresa, c’è da tosare, concimare, dissodare, rastrellare, ma soprattutto da annaffiare.

Se però svolgeremo tutti questi compiti con una certa cura ed attenzione avremo dinanzi a noi un piccolo capolavoro della natura in grado di riflettere anche la nostra personalità. Non per niente Stefano Benni scrisse “ho visitato i mari più lontani e sconfinati, e nessuno era grande come il nostro prato” ed altro non si può fare se non dargli ragione.

irrigazione wifi - interno

Come innaffiare il prato in maniera tech

Certo, abbiamo tutti presente il tubo per innaffiare e la fatica di installare e riprogrammare ogni volta manualmente il sistema di irrigazione controllato dalla centralina. Spesso si rivela essere un altro lavoro piuttosto lungo e noioso, ma niente paura!

Per velocizzare il tutto, risparmiare ed ottimizzare tempi e consumi c’è la centralina per irrigazione Wi – Fi. Tramite un’apposita app, utilizzabile su tutti i dispositivi Android e iOS, possiamo controllare e modificare in tempo reale l’attività della nostra centralina.

Si tratta di un’ulteriore evoluzione del concetto di Internet of Things collegato ad abitazioni con sistemi di domotica sempre più avanzati. Pochi passaggi su smartphone, tablet o computer ed il nostro prato verrà irrigato o tenuto all’asciutto se sta per piovere dato che, rilevando le previsioni meteorologiche, la centralina valuterà quanta acqua dare oppure potremo decidere noi stessi di spegnerla mentre siamo fuori casa. Vediamo dunque il miglior modello economico e quello al top di gamma.

Il miglior modello economico (più di 100 €)

Per chi volesse un buon prodotto ad un prezzo abbordabile allora è più che consigliabile la Rain Bird ESP – RZX 4 con il suo apposito modulo.

Alla centralina che tutti noi conosciamo viene fornita una connessione Wi – Fi mentre, al nostro smartphone, una app in grado di darci notizie meteo per la settimana e regolare il consumo di acqua evitando inutili sprechi di tempo ed energia. Disponibile per poco più di 130 € è veramente un affare alla portata di tutte le tasche.

Il top di gamma (più di 200 €)

La spesa sale di un po’, in mezzo ci sono altri modelli interessanti come la Orbit B – Hyve, ma il risultato è garantito con la Hunter HydraWise.

Le funzionalità sono le stesse di una centralina per irrigazione Wi – Fi classica, ma a queste si aggiungono i report periodici, il monitoraggio dei consumi di acqua ed un ampliamento fino a 36 zone. Quest’ultimo è possibile se invece del modello a 6 zone (circa 200 €) si sceglie quello da 12 (poco più di 220 €).

Hunter irrigazione computer, HC dispositivo di controllo 12 stazioni con Hydr awise, bianco, 15.2 x 17.8 x 3,3 cm, na306
  • Irrigazione basato su condizioni meteo locali con...
  • Utilizza l' app come telecomando per una maggiore...
  • Avvisi di SMS
Loading...