“Game of Thrones”: l’ottava stagione sta arrivando

got 8 - esterno

Era il 2011 quando il canale via cavo statunitense HBO trasmetteva per la prima volta una serie televisiva fantasy che avrebbe conquistato il mondo e legioni intere di fan, anche se alcuni di loro non avevano mai neanche sfogliato “Il Signore degli Anelli”, basata sugli omonimi romanzi del prolifico scrittore George R. R. Martin.

Il ciclo di libri era quello delle “Cronache del Ghiaccio e del Fuoco” e la serie “Game of Thrones”, in Italia è stata tradotta con “Il Trono di Spade” che ha tenuto incollati allo schermo fan da tutto il mondo. Lo show è finito poi nel Guinness dei primati come una delle serie più piratate di sempre, un episodio in particolare.

Le stagioni di “Game of Thrones”

Fino ad ora ci sono state ben sette stagioni, ognuna delle quali ha saputo distinguersi per le spettacolari colonne sonore, l’intensità delle trame, i colpi di scena e spesso anche dell’elevata mortalità dei personaggi.

Le stagioni fino alla sesta si componevano di dieci puntate da circa tre quarti d’ora ciascuna tranne per la settima, solamente sette episodi che però duravano un’ora. È stata proprio questa stagione a lasciare di stucco i fan perché, se non l’avete ancora vista cercate di recuperarla e poi riprendete con la lettura, ha praticamente lanciato il sasso e nascosto la mano per usare un eufemismo.

Alla fine dell’ultima puntata infatti viene mostrato ad una scettica Cersei Lannister il non – morto che Jon Snow ed i suoi alleati avevano catturato, l’armata di Daenerys sta partendo da Roccia del Drago con le vele puntate al Grande Nord, Jon e Daenerys fanno l’amore, ma nessuno dei due sa che il giovane “bastardo” degli Stark è in verità un Targaryen e legittimo erede al Trono di Spade, mentre il mite Samwell informa Bran della discendenza del “fratello”.

A Grande Inverno poi è tempo di giustizia perché Ditocorto viene sgozzato da Arya Stark con somma gioia della sorella Sansa. Ma questo, a confronto con quello che sta succedendo alla Barriera, è una bazzecola.

Un drago non – morto scioglie il grande muro di ghiaccio con una potentissima fiammata, testimoni gli sbalorditi Tormund e Beric, e l’esercito guidato dal Re della Notte si prepara a colpire mentre scendono i primi fiocchi di neve. L’inverno è arrivato!

PS la “mano” è stata nascosta perché la penultima stagione è andata a settembre 2017 ed il finale arriverà solo quest’anno.

got 8 - interno

Che cosa aspettarsi dall’ottava stagione

Innanzitutto bisognerà attendere ancora fino al 14 aprile per l’ottava ed ultima stagione di “Game of Thrones”. Una certezza sulla sorte delle due sorelle Stark sembra provenire proprio dalla moglie di Martin che ha minacciato di lasciare lo scrittore se dovesse far morire Arya o Sansa.

Tra le domande ancora senza risposta ci sono le origini e la vera identità del Re della Notte (in molti hanno teorizzato che fosse Bran), la sorte dei due bruti alla Frontiera, la reazione di Jon alla sua discendenza, il possibile voltagabbana di Jamie e Melisandre e la sorte di tutti i Regni.

Non scordiamoci che c’è un esercito intero di non – morti alla Frontiera, ultimo baluardo difensivo che ormai non esiste praticamente più.

Chi siederà dunque sul Trono di Spade? Se ricordate bene la Strega Rossa aveva detto allo sconfitto Stannis Baratheon che, dopo tradimenti e migliaia di morti alla fine lui sarà il re.

Che questa profezia sia ancora valida nei confronti di Jon Snow? O forse è meglio dire di Aegon Targaryen?

Loading...