Attenzione se state guidando con lo smartphone, potreste perdere la patente

cellulari guida - esterno

Cellulari e smartphone, che passione! Dai nuovissimi modelli Android, alle vecchie glorie della telefonia riportate a nuova vita, fino agli immancabili iPhone della Apple, gli smartphone sono ormai un elemento essenziale della vita moderna che è quella del XXI secolo.

Sempre più tecnologici, oltre che disponibili per tutti i gusti e soprattutto le tasche, i telefoni ci accompagnano in ogni fase della nostra giornata. Dalla sveglia fino alle fatture, non dimentichiamo ovviamente le funzioni di telefonia e di attività sui principali social network, le notifiche sono sempre a portata di dito, ma siamo sicuri di non esagerare?

Infatti, è sempre più facile notare come, in generale, si sia sempre più distratti mentre si cammina per strada o si lavora in ufficio con lo sguardo fisso sul display.

cellulari guida - interno

L’uso degli smartphone alla guida

Utilissimi, per carità, ma bisogna prestare comunque attenzione all’universo che ci circonda. Soprattutto se si sta guidando! Infatti sempre più automobilisti tengono con una mano il volante e con l’altra il proprio smartphone, una pratica molto discutibile che mette in pericolo sia loro che gli altri automobilisti o pedoni.

Entrambi gli occhi devono essere dunque sulla strada, al pari delle mani sul volante, per essere in grado di reagire tempestivamente ad eventuali ostacoli o pericoli. È proprio per garantire una maggiore sicurezza sulle strade che la Commissione Trasporti della Camera sta valutando un’ulteriore inasprimento di pena per gli automobilisti più distratti, ovvero, il ritiro immediato della patente.

Ovviamente una misura così drastica si applicherebbe solo in caso di recidività dei conducenti, ma è comunque vero che sono sempre più i guidatori “distratti” al pari delle violazioni che sono in costante aumento.

Come ha dichiarato Santo Puccia della Polstrada “la principale causa degli incidenti stradali è la distrazione e l’uso improprio di smartphone e altri dispositivi è la prima causa di distrazione. Una modifica normativa che consenta il ritiro della patente alla prima violazione va incontro all’esigenza di essere più efficaci nel contrasto a questo comportamento pericolosissimo”.

Puccia ha poi proseguito affermando che la revoca della patente “colpirà” chi non tiene entrambe le mani sul volante. Non si potrà dunque fare una telefonata, rispondere ai messaggi, controllare la mappa oppure le notifiche mentre si è alla guida del proprio mezzo.

Come recita il celebre adagio “uomo avvisato, mezzo salvato”. La misura poi potrebbe estendersi anche ai fumatori alla guida, ma è tutto in corso quindi bisogna vedere come evolverà la situazione.

Eventuali soluzioni per usare lo smartphone in macchina

Naturalmente non dovete buttare via il vostro telefono anche perché esistono moltissime soluzioni sul mercato.

Si possono usare maggiormente le funzioni di viva voce oppure le auricolari, come ha evidenziato Santo Puccia della Polstrada, ma non vanno dimenticati i vari supporti in gomma e materiali simili, leggeri e resistenti, dove appoggiare i propri smartphone e leggere le mappe sul navigatore.

Come potete constatare voi stessi si tratta di soluzioni veramente a buon mercato ed in grado di salvare più di una vita, compresa la vostra, quindi perché non dargli ascolto?

Loading...