Bypassare un server proxy: ecco i trucchi che devi conoscere

youtube proxy

Dalla limitazione ai bambini o nelle reti domestiche (siti pornografici o comunque non adatti ai minori), agli uffici pubblici e non (siti non attinenti al proprio lavoro), alle scuole (principali Social Network e siti pirata), fino ad interi Paesi e/o Stati (Cina e Corea del Nord sono tristemente famose per la censura) la limitazione al traffico su determinati siti Internet è una realtà quotidiana distribuita su più livelli, come potete ben vedere, ma com’è possibile?

La tecnologia che viene utilizzata in questi casi si chiama “server proxy”. In soldoni si tratta di un terzo computer remoto posizionato “in mezzo” al nostro computer ed il sito che vogliamo visitare. Tale computer è in grado di controllare il nostro IP, le credenziali di accesso e tracciare la nostra posizione, oltre a rilevare il traffico in generale su tale sito, fino a negarci l’accesso.

Che fare dunque? Ovviamente non vi stiamo consigliando di trasformarvi in hacker, ma ci sono comunque dei piccoli “trucchetti” per poterli aggirare e, magari, controllare le vostre notifiche oppure visitare altri siti oltre quelli del lavoro. Ecco quindi alcuni utilissimi trucchi:

App

Se non volete scaricare programmi, lasciare tracce oppure “smanettare” troppo sul computer che state usando, quindi è facile che non sia il vostro di casa o personale, allora le soluzioni offerte dalle app fanno proprio al caso vostro. SurfEasyVPN è un’app gratuita, utilizzabile sia dai dispositivi Android che iOS, che serve per cambiare momentaneamente la nostra posizione ed il nostro indirizzo IP permettendoci di visitare i siti desiderati.

C’è qualche limitazione, questo è vero, ma è comunque una situazione rapida ed intuitiva. Una volta scaricata basterà lanciarla e scegliere il Paese dal quale “ci stiamo connettendo”. Best VPN Proxy Betternet, similmente, si basa sul medesimo principio di camuffamento del nostro indirizzo IP utilizzando semplicemente il tasto “Connect” dell’applicazione dopo averla scaricata. Ideale sia per Android che per iOS, questa app può essere sia gratuita (ci saranno delle interruzioni pubblicitarie) che a pagamento (versione Premium con abbonamento mensile). In poche parole si utilizza la tecnologia VPN ovvero Virtual Proxy Network.

Estensioni del browser

Se vogliamo tenere tutto comodamente a portata di click allora basterà utilizzare delle estensioni per il nostro browser, abbiamo già visto una cosa simile quando abbiamo parlato di scaricare video da Instagram e YouTube, che utilizziamo di solito. Se navighiamo con Google Chrome oppure con Mozilla Firefox allora andremo a colpo sicuro con Go2Proxy. Dopo averlo scaricato ed installato nella sua apposita barra, cliccate sull’icona e poi su “Try with GO2 Proxy” per aggirare la pagina con la scritta “Impossibile collegarsi a …”.

Siti principali

Ecco alcuni siti molto interessanti da controllare, ma soprattutto facili da utilizzare. Basta inserire nella barra degli indirizzi il link del sito al quale non riusciamo ad accedere, dare l’okay ed il gioco è fatto. Vi suggeriamo dunque di dare un’occhiata ad Anonymouse.org, Toolur, Webproxy.to, Hidester, Proxfree, Zalmos, FilterBypass, UnblockVideos, SpySurfing e Ninja Web.

Free Proxy List

Infine, e volete una lista sempre aggiornata (ogni 10 minuti), divisa per Paesi, con indici di popolarità e ranking in percentuale allora Free Proxy List è proprio quello di cui avete bisogno!

Loading...