WhatsApp avverte: non tutte le chat sono criptate allo stesso modo.

WhatsApp avverte che le chat restano sempre crittografate ma non garantisce la sicurezza dei dati in ogni occasione.  In questo articolo andiamo a vedere quando può presentarsi E perché.

L’app di messaggistica più utilizzato al mondo, come tutte le altre, offrono la riservatezza delle conversazioni grazie alla crittografia end-to-end. Ma questo è quello che credono tutti gli utenti poiché si fidano di questo servizio che impedisce alla piattaforma di leggere i messaggi che contengono le chat. WhatsApp inizia ad ammettere che non è sempre così.

Nell’ultima beta dell’applicazione il gruppo Facebook ha modificato alcuni testi informativi E adesso si può leggere che non tutte le conversazioni vengono criptate. nel dettaglio però la comunicazione non è molto chiara poi che i fa riferimento soprattutto alla gestione dei codici di sicurezza. Cerchiamo di capire allora quando funziona e quando no.

vogliamo precisare innanzitutto che non è cambiato nulla nella crittografia, per le quali si usa sempre lo stesso protocollo Signal. l’unica differenza sta nella comunicazione: ora Whatsapp offre qualche dettaglio in più infatti nella sezione privacy delle impostazioni dell’app beta, si legge che alcune aziende potranno scegliere la società madre di WhatsApp, Facebook, per archiviare in modo sicuro i messaggi e rispondere ai clienti. sebbene Facebook non utilizzerà automaticamente i tuoi messaggi per personalizzare gli annunci che vedi, le aziende potranno utilizzare le chat che ricevono per i propri scopi di marketing, che possono includere anche la pubblicità su Facebook.

Cosa vuol dire tutto ciò? vuol dire che a partire dal 2021, tutte le aziende che usano WhatsApp per comunicare con i propri clienti per loro ci sarà la possibilità di archiviare le chat sui server di Facebook oppure su server esterni. in questo caso la crittografia non sarà gestita da WhatsApp ma dal servizio salto da ogni azienda.  In questo caso WhatsApp non garantisce più la sicurezza delle chat, Ma questo annuncio non è casuale poiché arriva a pochi giorni di distanza dall’annuncio che la piattaforma di chatta breve diventerà anche una piattaforma di vendita e di pagamento on-line.

 

CONDIVIDI