SpaceX: domani ci sarà il nuovo lancio

starlink - esterno

L’imprenditore sudafricano naturalizzato statunitense e con la cittadinanza canadese più famoso al mondo, ovvero Elon Musk, ci riprova ed oggi parte il countdown per il nuovo lancio dei razzi Starlink SpaceX previsto per la giornata di domani 15 maggio.

L’uomo che sogna la stelle ha infatti confermato il lancio di ben 60 satelliti i quali, una volta in orbita, potranno garantire una copertura Internet a basso costo in tutti i Paesi della Terra.

Dopo la sua guida illuminata dietro a nomi colossali del calibro di Tesla Motors, PayPal, SolarCity, Halcyon Molecular e tanti altri ancora, Musk è dunque pronto a rimodellare la realtà come la conosciamo oggi!

starlink - interno

Il progetto SpaceX in breve

A dicembre dello scorso anno il nome della compagnia SpaceX è diventato ancora più famoso in tutto il mondo a causa dell’ultimo atterraggio del razzo Falcon 9. Questa compagnia si occupa infatti di progettare e costruire veicoli per il trasporto di merci e persone nello spazio, non a caso Musk ha già dichiarato di volersi trasferire su Marte, con razzi in parte riutilizzabili.

Forte della collaborazione con la Stazione Spaziale Internazionale, Elon Musk ha purtroppo visto il suo razzo Falcon 9 finire nell’Oceano Atlantico a causa di un guasto tecnico. L’evento non ha però scalfito minimamente la sua proverbiale fiducia ed ambizione, ricordiamo il ritorno di Ripley nella navetta Crew Dragon a marzo, per quanto riguarda la colonizzazione umana dello spazio.

A tal proposito, su Twitter, è stato lo stesso Musk a dichiarare “che Falcon 9 non si sia danneggiato e sta ancora trasmettendo dati” per poi aggiungere “che l’atterraggio è considerato fondamentale per la sicurezza, ma non per la riuscita della missione. Visto il verificarsi di questo evento aggiungeremo una pompa e linee di riserva”.

I satelliti Starlink

Dopo alcuni lanci rimandati, l’operazione avrebbe dovuto avere luogo già nei primi giorni di maggio, i satelliti Starlink voleranno tra le stelle nella giornata del 15 maggio (partenza sempre da Cape Canaveral in Florida) e presto potrebbero essere seguiti da altrettanti lanci.

I satelliti, che ricordiamo saranno una sessantina, creeranno dunque una sorta di “costellazione” attorno al pianeta Terra in grado di fornire una copertura Internet a basso costo per tutti i Paesi.

I “fratellini” raggiungeranno dunque i satelliti di prova Tintin A e Tintin B, battezzati così in onore del celebre fumetto belga omonimo, ma l’obiettivo è quello di portare migliaia di satelliti in orbita per migliorare le attuali connessioni in maniera decisiva.

Sembra però che Gwynne Shotwell, Presidente e Chief Operating Officer di SpaceX, abbia dichiarato come questi sofisticati apparecchi non siano ancora quelli definitivi, ma bensì dimostrativi dato che non possiedono ancora tutte le caratteristiche teniche adeguate.

In ogni caso gli Starlink testeranno comunque la tecnologia necessaria per la realizzazione di questo ambizioso progetto. Dal punto di vista social, Musk ha già postato su Twitter una foto del carico di questi sessanta satelliti nel razzo Falcon 9, uno scatto che potrebbe entrare nella storia se tutto andrà per il verso giusto. A questo punto non ci resta dunque che augurare buon viaggio e buona fortuna!