“Mario Kart Tour”: ai posti di partenza!

mario kart tour - esterno

Inutile girarci attorno, tra le mascotte più famose di sempre della Nintendo il baffuto Super Mario sarà sempre quella più riconosciuta nel mondo. Sin dalle sue prime, e pixellosissime, avventure sul NES per arrivare all’ultimo “Super Mario Odyssey” per Nintendo Switch.

Un titolo che, assieme a “The Legend of Zelda: Breath of the Wild”, ha conquistato i fan anche con la sua versione VR per Nintendo Labo.

Le folli avventure dell’idraulico italiano alla ricerca della Principessa Peach hanno dunque conquistato i cuori di più generazioni di videogiocatori che variano dagli adulti più nostalgici ai ragazzi più giovani e curiosi.

Una delle “trasformazioni” di Mario più belle, non intendiamo i costumi da procione come “Super Mario Bros. 3”, è certamente quella su kart al pari di colleghi illustri come Sonic e Crash Bandicoot.

mario kart tour - interno

La nascita di “Super Mario Kart” ed i suoi seguiti

È il 1992 quando il “papà” di Mario e Link, l’instancabile Shigeru Miyamoto, lancia su SNES il primo, colorato e divertentissimo “Super Mario Kart”.

Un gioco di corse nel quale Mario, Luigi, Peach, Bowser, Toad, Yoshi, Donkey Kong e Koopa si sfidano in folli corse su kart a suon di potenziamenti e sorpassi azzardati. Il gioco fu decisamente innovativo per l’epoca, non tanto per essere stato un gioco di corse, ma per aver introdotto una sorta di primordiale 3D rivaleggiando con il SEGA Mega Drive.

Per chi volesse farci una partita ricordiamo che il titolo è compreso all’interno dei giochi pre – caricati nel mini SNES. I seguiti furono poi uno più bello dell’altro come “Mario Kart 64” (1996), “Mario Kart DS” (2005), “Mario Kart Wii” (2008) e così via.

L’arrivo di “Mario Kart Tour”

Recentemente i fedelissimi Nintendo hanno visto la chiusura della Beta per provare in anteprima il nuovo “Mario Kart Tour”, primo titolo della saga pensato per i dispositivi mobile.

La nuova avventura sarà dunque un arcade in multiplayer a schermo verticale in modo tale da poter giocare con una mano sola, misura particolarmente apprezzata per il Giappone più frenetico, ma non è detto che in Occidente sarà disponibile una versione a schermo orizzontale.

I comandi saranno quindi semplificati mentre le piste riprenderanno quelle dei precedenti capitoli “opportunamente” ridimensionate per Android e iOS. I personaggi, invece, supereranno la ventina e ce ne saranno davvero per tutti i gusti anche perché potrebbero aumentare.

Inoltre pare che ognuno di loro avrà caratteristiche uniche che risulteranno più o meno utili a seconda dei giri, stavolta pare ridotti a due, dei tracciati. Ciò che fa storcere un po’ il naso sono le microtransazioni, un po’ come nell’ultimo capitolo di “Animal Crossing”, che da sempre affliggono i giochi per smartphone facendoli diventare dei pay – to – win.

Gratuiti all’inizio, ma se si vuole andare avanti bisogna pagare. A testimonianza di questo vi è una barra dell’energia che pare diminuire mano a mano che si gioca ed anche la questione dei potenziamenti da sbloccare.

In ogni caso il 2019 vedrà l’uscita ufficiale di “Mario Kart Tour” quindi nei prossimi giorni ci saranno sicuramente delle importantissime novità. Speriamo che siano più positive!

Mario Kart 8 Deluxe - Nintendo Switch
  • La versione definitiva di Mario Kart 8 sino a 8...
  • Nuovi personaggi: il ragazzo e la ragazza Inkling...
  • Nuove modalità di gioco come modalità battaglia...
  • Modalità TV con una risoluzione massima di 1080p
Loading...