“Magic: The Gathering Arena” sta per entrare nell’Olimpo degli eSports

Magic-The-Gathering

È il 1993 e l’universo dei giochi cambia per sempre volto con l’avvento di “Magic: The Gathering”, in italiano “Magic: l’Adunanza”, primo gioco al mondo di carte collezionabili creato da Richard Garfield. Un mondo intero dove, attraverso terre e mana, i giocatori si sfidano scagliandosi addosso potenti incantesimi, incredibili artefatti e creature leggendarie secondo strategie e mazzi (i grimori) personalizzabili. Il gioco ebbe sin da subito un successo globale tanto da ispirare altre esperienze ludiche simili per altri brand come il gioco di carte dei Pokémon. Grazie i suoi pezzi rari ed introvabili, basti pensare al “Black Lotus”, il mondo di “Magic” ha generato una schiera di giocatori oltre che ad una vera e propria fetta di mercato, inclusi i fumetti, con prezzi e quotazioni. Insomma, non un semplice gioco oppure del classico collezionismo. Detto questo facciamo un rapido salto in avanti nel tempo, più precisamente nell’autunno del 2018, con la nascita di “Magic: The Gathering Arena”. Questo gioco online segue le stesse regole di quello fisico, ma stavolta è possibile affrontare i vari giocatori sparsi per tutto il mondo. Se prima si potevano affrontare nei negozi specializzati, a casa degli amici oppure nei tornei ufficiali ora basta una buona connessione. Come nelle principali discipline sportive, anche questo gioco ha i suoi campioni mondiali ed i suoi premi in denaro ed ora anche lui ha il suo giusto riconoscimento nella disciplina degli eSports!

Che cosa sono gli eSports?

In buona sostanza si tratta di sport elettronici, dall’inglese “electronic sports”, dove i videogiocatori portano i loro titoli preferiti a livello competitivo e professionistico. L’alba degli eSports risale ai primi anni ’80 grazie ad un’iniziativa della mitica Atari che ha organizzato il primo torneo in assoluto. Si trattava del seminale “Space Invaders”, vecchia gloria dei cabinati di tutto il globo, ma quello è stato solo il La per passare ad altri titoli fino ad arrivare ad uno dei giochi di ruolo online più chiacchierati e discussi dell’ultimo periodo, ovvero “League of Legends”. Come gli sport tradizionali anche qui ci sono le dovute suddivisioni e categorie. Per lo più si tratta di giochi in multiplayer suddivisi nelle categorie principali dei videogiochi come “sparatutto”, “picchiaduro” e così via. Volano dunque pallottole in “PUBG” (ovvero “PlayerUnknown’s Battlegrounds”), “Fortnite” e “Call of Duty”, pugni e calci in “Street Fighter”, “King of Fighters”, “Mortal Kombat” e “Super Smash Bros”, pallonate in “FIFA” ed astronavi in “StarCraft II”. Ricordiamo inoltre che, simile a “Magic”, è anche “Hearthstone: Heroes of Warcraft” il celebre gioco di carte all’interno dello stesso fiore all’occhiello della Blizzard Entertainment.

In occasione dei Games Awards (ne abbiamo già parlato qui) anche “Magic” ha dunque il suo giorno di gloria con i Mythic Championship. Come ha dichiarato Chris Cocks, Presidente di Wizards of the Coast, “abbiamo dato dimostrazione del nostro impegno verso l’esport e i nostri giocatori di Magic, facendo evolvere la nostra struttura dei tornei con un montepremi di 10 milioni di dollari. Stiamo abbracciando gli eSport e affermando Magic come leader nella categoria dei giochi di carte collezionabili offrendo allo stesso tempo opportunità di guadagno per pro player, giocatori, sponsor e partner esport”. Siete ancora convinti che si tratti di un gioco per ragazzini?

Magic The Gathering MTG - Core Set 2019 Deckbuilder's Toolkit - Italiano
  • Ogni Deck Builder's Toolkit include:, -125 carte...
  • Età Minima Raccomandata: 13
  • Lingua: Italiano