Comicon alla Mostra d’Oltremare: i risultati della XXI edizione

cosplay - esterno

Se avete guardato qualche puntata della nota serie televisiva “The Big Bang Theory” avrete sicuramente notato che nei discorsi dei simpatici nerd protagonisti, tra videogiochi e fisica quantistica, ricorreva spesso il Comicon e la scelta del costume da indossare.

Fondato a San Diego in California negli anni ’70, il Comicon è l’evento culto per tutti gli appassionati di film, serie televisive, anime, videogiochi e chi più ne ha più ne metta.

In Italia, tra le diverse “versioni”, spicca il mitico Lucca Comics & Games, ma anche in terra partenopea non sono affatto da meno. Vediamo dunque com’è andata questa edizione!

cosplay - interno

Il Comicon a Napoli

Il 25 aprile ha visto arrivare nel capoluogo partenopeo centinaia di appassionati provenienti da ogni parte d’Italia che hanno manifestato passione per i loro eroi preferiti con il cosplay.

Proprio a questo è stato dedicato il primo appuntamento con un accesissimo contest che ha visto vincitori la giovane Nadia Baiardi nei panni di Arya Stark (“Game of Thrones”) e Massimiliano Catalano in quelli di Fox McCloud (la vecchia gloria NintendoStar Fox”).

Il 26 aprile è stato il turno dei videogiochi dove si è parlato di tutte le maggiori novità del settore, incluso “Magic: The Gathering Arena” entrato negli eSports, e che vedono sempre più persone attratte dall’universo videoludico vecchio e nuovo.

I restanti giorni sono stati dedicati interamente al cosplay ed ai tantissimi e coloratissimi cosplayer. Oltre a serie animate storiche come “Dragon Ball” o il mitico “He Man”, non sono mancati riferimenti satirici alla politica italiana (S. B. è tuttora ben presente nella mente di tanti italiani), alle serie Netflix del momento come “La casa de papel”, film cult come “Edward mani di forbice” diretto da Tim Burton, le nuove pellicole dedicate ai supereroi Marvel e DC Comics, videogiochi immancabili nelle collezioni dei gamer come le serie di “Assassin’s Creed” e “Resident Evil”, ma soprattutto tanto tanto divertimento e passione.

Due elementi che muovono questi eventi e masse su masse di appassionati provenienti da ogni parte dello Stivale. Il tutto perfettamente inserito in un’atmosfera conviviale dove, anche chi non era in cosplay, ha potuto “toccare con mano” e farsi una foto con i suoi miti di sempre.

Gli altri ospiti del Comicon

Ma non solo cosplay! Le migliaia di partecipanti al Comicon hanno potuto incontrare altri tipi di eroi della cultura pop.

Ci sono stati infatti gli interventi di personaggi come il doppiatore Pietro Ubaldi (voce storica del cinema e dell’animazione con personaggi come Doraemon e Patrick Stella), il cantante Giorgio Vanni (senza di lui non ci sarebbero state metà delle sigle che conosciamo oggi), la scrittrice Licia Troisi (ricordiamo tutto il ciclo del “Mondo Emerso” con le cronache, le guerre e le leggende), la sensuale Valentina Nappi (no, non si è spogliata), l’istrionico Immanuel Casto (re indiscusso del “Porn Groove” ed autore anche del gioco di carte “Squillo”), i simpaticissimi Nanowar of Steel (happy metal come si deve ed ospiti fissi anche al Lucca Comics & Games) e tanti altri ancora che hanno dato quel tocco in più ad una fantastica manifestazione.

Loading...