“Captain Marvel”: da marzo arriva finalmente al cinema

captain marvel - esterno

Ah la cara vecchia Marvel, una delle case del fumetto americano per eccellenza assieme alla “rivale” DC Comics. Vera e propria “fabbrica” di supereroi come l’Uomo Ragno, gli X – Men, Capitan America, i Fantastici Quattro, Iron Man e tanti altri eroi di sempre, compresi i vari spin – off e “carriere soliste”, che hanno incantato il pubblico di tutto il mondo con le loro storie e poteri.

Naturalmente, ai tempi che furono, leggere i fumetti era una cosa per pochi ed anche oggi lo è in una certa misura. Con questo non si vuole dire che manga e simili hanno preso il posto dei fumetti occidentali, ma semplicemente che la gente non ha più molto tempo per una buona storia su carta.

Lavoro, cellulari ed altro ancora sono cambiati per sempre, addirittura le sigarette, al pari di una vita sempre più frenetica. Per fortuna uno dei piaceri che è rimasto tale è quello di andare al cinema, prendersi una bella confezione di popcorn, una bibita, sprofondare nella poltroncina e godersi il film.

Ultimamente la Marvel ha portato nuovamente il mitico Uomo Ragno sul grande schermo, ma ora tocca ad un’eroe tutto al femminile che ha già creato scalpore online. Si tratta infatti di Captain Marvel!

“Captain Marvel” e le sue origini fumettistiche

Inizialmente conosciuta come Carol Danvers, la nostra eroina nasce verso la fine degli anni ’60 sui fumetti di Roy Thomas e Gene Colan per la Marvel. Con il passare del tempo, vero la fine degli anni ’70 diventa Ms. Marvel e, solo pochi anni fa, viene ufficialmente riconosciuta come Captain Marvel.

Questo fu possibile grazie alla sceneggiatrice Kelly Sue DeConnick che le levò la maschera e la rese più tosta e combattiva facendole affrontare grandi pericoli e minacce assieme ai Vendicatori.

Ad ogni modo, durante tutto questo tempo, l’eroina è apparsa in varie storie targate Marvel come Mar – Vell, X – Men e Civil War.

captain marvel - interno

Ecco chi la impersonerà

A dare il volto in live – action a Captain Marvel sarà l’attrice americana Brie Larson già vista in film come “Scott Pilgrim vs. the World”, “21 Jump Street”, “Kong: Skull Island” ed è già nel cast del tanto atteso “Avengers: Endgame” previsto per aprile.

A guidare queste cronache da Kree ci saranno Anna Bolden e Ryan Fleck già noti per “Half Nelson” e “5 giorni fuori” oltre che per vari cortometraggi e documentari.

All’interno del film rivedremo ancora il buon Samuel L. Jackson nei panni di Nick Fury dello S.H.I.E.L.D. mentre il mentore della nostra protagonista, Yon-Rogg, sarà interpretato da Jude Law.

Le inutili polemiche sul web

Il nuovo e l’innovazione in generale daranno sempre fastidio a qualcuno. In questo caso gli iscritti al sito Rotten Tomatoes si sono scatenati come non mai perché l’attrice protagonista e gli autori di di “Captain Marvel” hanno posto l’accento su una maggiore inclusione di donne e giornalisti non caucasici nella stampa specializzata.

Questo li ha messi nel mirino di alcuni hater che non hanno tardato a farsi sentire. Speriamo che questa faccenda si sgonfi al più presto.