esoluna

Arriva il secondo indizio sulla possibile scoperta della prima esoluna, una luna che ruota attorno a un esopianeta, ovviamente fuori dal sistema solare.

Nel luglio del 2017 i ricercatori della Columbia University erano a caccia di esopianeti col telescopio spaziale Kepler: fu lì che avvenne il primo rilevamento dell’esoluna, grazie al sistema del transito, che misura il calo di luminosità di una stella (in questo caso Kepler 1625) al transito di un pianeta. Con Hubble, molto più preciso, è arrivata la seconda conferma.

Acquista su Amazon!

Al primo passaggio del pianeta in questione (Kepler 1625b, un gigante gassoso dieci volte più grande di Giove, di fatto una stella mancata), ha fatto seguito un secondo calo di luminosità che sarebbe quindi dovuto al passaggio del satellite naturale. La prima esoluna è transitata un’ora e un quarto prima del dovuto, confermando di fatto la sua natura (anche misurando i passaggi della Luna ci sarebbero anomalie simili). I corpi celesti in questione si trovano a 4mila anni luce da noi e in proporzione hanno lo stesso rapporto tra la Terra e la Luna che conosciamo.

SHARE